SPEDIZIONE GRATUITA

Con una spesa minima di 300 €  + info

Come Sviluppare una Pellicola in Bianco e Nero.

Scopri i passaggi

Scopri i Passaggi, i Prodotti ed i Segreti per Sviluppare direttamente a casa.

In questo pratico Tutorial, ti insegneremo a sviluppare in modo rapido ed efficace una pellicola in bianco e nero, direttamente in casa.

Se non è la prima volta che leggi informazioni in merito allo sviluppo di una pellicola, sai già che questo tipo di procedimento, nella sua interezza, sembra quasi un rito esoterico!
Sia perché prevede precisi passaggi, tempi, gesta e anche per via del fatto che non dovrai aspettare che faccia buio, ma semplicemente rinchiuderti nella tua camera oscura o se preferisci, puoi utilizzare una sacca nera a tenuta di luce o una camera oscura portatile.

Cosa serve per iniziare lo Sviluppo di una Pellicola in Bianco e Nero?

Per prima cosa dobbiamo munirci di una serie di prodotti fondamentali (che troverai anche alla fine dell’articolo e che potrai scegliere di acquistare) quali:

• Sviluppatrice per pellicole (Tank)
• Misurini vari per preparare chimici
• Termometro
• Caraffa graduata
• Bottiglie per conservare i chimici diluiti
• Paletta per mescolare
• Forbici
• Guanti di protezione
• Pinze appendi film
• Pinza tergifilm
• Camera oscura portatile
• Estrattore pellicola

Servono anche i Chimici per lo sviluppo della Pellicola

Oltre a quello che abbiamo appena visto, sarà fondamentale avere dei Chimici, in quanto, le immagini che non vediamo ma che sono presenti nel negativo, sono state colpite dalla luce al momento dello scatto, ma rimangono tuttavia invisibili a occhio nudo e sarà necessario trattare i negativi con appositi chimici per far venire alla luce le foto.
Questo fenomeno viene chiamato immagine latente.

Quali Chimici devo usare per sviluppare una Pellicola in Bianco e Nero?

I Chimici di cui devi disporre sono:

• Sviluppo
• Bagno di arresto
• Fissaggio
• Imbibente

Una volta che avrai acquistato tutto il materiale necessario, la prima cosa che dovrai fare è quella di diluire i chimici da utilizzare, seguendo le tabelle allegate dal produttore.
I chimici sigillati dopo l’apertura, hanno una lunga durata, se tenuti in ambiente asciutto.

I chimici diluiti secondo le tabelle, possono essere riutilizzati, tranne che per le diluizioni cosiddette “a perdere”.

La bottiglia del chimico, soprattutto lo sviluppo, avrà una durata breve.
Il fissaggio e il bagno di arresto invece, teoricamente, non hanno una scadenza ma consigliamo di riutilizzarli entro un mese dal momento dell’apertura.
I chimici in polvere, una volta aperti, devono essere preparati completamente.
Un consiglio valido per chi comincia, è quello di usare una pellicola e dei chimici della stessa marca, in modo da avere tutte le informazioni necessarie lineari e corrispondenti.

Esempio: se usi una pellicola Ilford HP5 puoi usare lo sviluppo liquido Ilfosol 3 e il fissaggio Rapid Fix (sempre liquido).

I tempi di sviluppo e fissaggio sono validi per una temperatura che va da 18° a max 24°.
Per prima cosa dobbiamo caricare i rulli nella sviluppatrice.
Questa operazione va svolta in completa oscurità.
Se non si dispone di un ambiente completamente buio si può usare la camera oscura portatile.
Una volta caricata la sviluppatrice si può iniziare a “sviluppare”.

Come usare i Chimici per sviluppare?

1. Versare lo sviluppo. Agitare inizialmente per 5 sec. e dopo ripetere l’agitazione ogni 30 sec.
2. Svuotare la sviluppatrice e riempirla con il bagno di arresto. Di solito basta lasciarlo per 30 sec. agitando.
3. Svuotare e riempire con il fissaggio. A seconda del fissaggio, agitare per 30 sec. e ripetere questa operazione ogni 30 sec. Al termine svuotare.
4. Sciacquare sotto l’acqua corrente con la sviluppatrice aperta per 20 minuti.
5. Usare qualche goccia di imbibente per 30 secondi.
6. Sfilare la pellicola dalla spirale e appenderla con le pinze per l’asciugatura in un luogo pulito e asciutto.
Prestare attenzione all’agitazione.
Quando la pellicola è perfettamente asciutta, tagliare in strisce da 6 fotogrammi e riporle utilizzando i fogli dedicati per la conservazione (pergamino o acetato).

Gli Sviluppi

Gli sviluppi si dividono in Energici e Lenti

Gli Energici sono adatti alle pellicole rapide (alti ISO) con emulsione spessa e basso contrasto (lo sviluppo deve penetrare). Sono più concentrati e finegranulanti per l’alta quantità di solfito di sodio.
Gli sviluppi Lenti sono adatti alle pellicole di bassa sensibilità a elevato contrasto (emulsione più leggera). Sono molto diluiti e hanno poco solfito di sodio. Non sono finegranulanti.

1. Concentrando lo sviluppo si ottiene più contrasto e più finezza di grana
2. Diluendo lo sviluppo si guadagna sensibilità, maggior nitidezza, più morbidezza e più grana.

Quando si pensa allo sviluppo bisogna pensare a due aspetti

1. Finezza della grana

2. Definizione – Acutanza – Nitidezza

Sono due aspetti non compatibili.
Il primo aspetto poggia sull’effetto solvente.
Il secondo aspetto poggia sull’effetto bordo (aumento densità sul contorno alle alte luci).

Alla prima categoria (sviluppi solventi) appartengono:
D-76 (1927)
ID-11 (1937)
Tendono a ridurre la sensibilità e sono detti finegranulanti.

Alla seconda categoria (sviluppi non-solventi) appartengono:
Rodinal
HC-110
Ilfotec HC
Ciò è possibile per l’alta diluizione, al maggior tempo di sviluppo e la ridotta agitazione.
Abbiamo una riduzione del contrasto, mancano i mezzi toni.

Monobagno DxONE (lineAg+)
E’ un prodotto combinato sviluppo/fissaggio a base di idrochinone, pronto all’uso e riutilizzabile. Si ottiene un contrasto medio alto.

Consigli e indicazioni d’uso:

• 6-8 minuti a 20 gradi
• 15 pellicole in due mesi
• Per FP4, HP5, Tri-x, Rollei RPX e Kentmere
• Non adatto per le pellicole T-Grain

Le Modalità di Sviluppo

Anche le modalità influenzano il risultato finale.

1. Sottosviluppo

Se abbiamo sovraesposto, consente il dettaglio delle ombre e la grana fine.
Se abbiamo sottoesposto, avremo mancanza mezze tinte e scarsa tonalità.

2. Sovrasviluppo

Se abbiamo sottoesposto, produce più contrasto, grana fine.
Se abbiamo sovraesposto, produce più grana, perdita di dettaglio e difficoltà di stampa.

3. Alta temperatura

Più velocità, più contrasto e minore grana

4. Bassa temperatura

Meno velocità, meno contrasto e più grana (il contrario dell’alta temperatura)

5. Agitazione standard

Produce più nitidezza e morbidezza

6. Agitazione energica

Produce più contrasto e scadimento resa

7. Agitazione scarsa

Rischio striature sul negativo anche se produce più acutanza

Chimici consigliati (puoi acquistarli o ordinarli sul nostro sito)

• RODINAL

(Non contiene solfito di sodio e quindi la grana non aumenta al crescere della diluizione, adatto a pellicole tradizionali)

Caratteristiche del Rodinal:

• Sviluppo energico, brillante, risolvenza e acutanza
• Diluito a 1+25 o 1+50 è molto energico
• Diluito a 1+75 o 1+100 è compensatore
• Diluito a 1+10 esalta la grana

• HC-110

Energico, adatto per pellicole ad elevata sensibilità. Grana grossa e secca. Ottima acutanza/nitidezza e ottime ombre.

• D-76 e ID-11

Versatile, ricco di dettagli nelle ombre (rodinal) grana fine. Ottimo per il ritratto e con plus-x e tri-x.
Concentrato normalmente sviluppa bene le pellicole di media e alta sensibilità. Ottimo contrasto e grana fine.
Se viene diluito 1+1 oppure 1+3 ok per pellicole di bassa sensibilità, grana contenuta e toni estesi.

• Microphen

Sviluppo finegranulante, fornisce grana fine e nitidezza.
Va bene per pellicole HP-5 e Delta 400.

• Perceptol

Grana extra fine (25-50 ISO) e ottima acutanza.

• Ecofilm

Senza idrochinone e grana fine 1+1.

• Euro HC

Vedi HC110 e 1+31 alta sensibilità.

• Hydrofen

Grana fine 1+15 a base idrochinone e fenidone. È un classico. Contiene solfito di sodio.

• RDL

A base di amminofenolo (Rodinal). One shot. Alta energia e grana 1+25 o 1+50.

Il più recente rivelatore di Kodak X-Tol (1996) non contiene il sempre presente idrochinone, contiene un “ascorbato” cioè un derivato della vitamina C.

La Fotografia tradizionale con Pellicola ha 3 Passaggi fondamentali

1. Ripresa

2. Rivelazione

3. Stampa

I primi 2 passaggi non sono modificabili e quindi molto delicati. Il negativo fotografico è irripetibile.
Mentre in fase di ripresa possiamo agire attraverso tanti parametri (sensibilità, pellicola, diaframma, tempo di posa, luce, accessori etc), in fase di sviluppo abbiamo meno margini di manovra. Quindi lo sviluppo va eseguito in modalità standard, conoscendo i risultati a priori. Tipo di rivelatore, diluizione, temperatura, agitazione e tempo di trattamento.
E’ per tali ragioni che la conoscenza della coppia pellicola/rivelatore è essenziale.

Pellicole Consigliate:

Ferrania ORTO (sensibilità 50 ISO)

SCOPRI ALTRE PELLICOLE

Speriamo che questo Tutorial posso esserti stato di aiuto, per comprendere come sviluppare una pellicola in bianco e nero direttamente a casa.
Per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento, contattaci sui nostri Social, tramite il nostro Sito Web o Chiamaci!

Categorie: ,
EAN: 3173185010540 MPN: 1058692 SKU: 1020490001

Disponibile

52,00 

Gratis con una spesa minima di 250€ – escluse isole

Garanzie ufficiali Italia

La maggior parte dei nostri articoli sono protetti da garanzia nazione

Finanziamenti

Puoi acquistare i nostri articoli a rate a partire da importi da 200€

70 anni di esperienza

Da più di mezzo secolo un punto di riferimento per la fotografia

Assistenza clienti

Siamo a tua disposizione +39 06.3207278

Punto vendita

Vienici a trovare in negozio, siamo aperti 6 giorni su 7