SPEDIZIONE GRATUITA

Con una spesa minima di 300 €  + info

domande da farsi prima di fotografare

Immagine

 

 

ALCUNE DOMANDE DA FARSI PRIMA DI FOTOGRAFARE

Vi indico di seguito alcune riflessioni che possono aiutarvi prima scattare una fotografia creativa e/o sperimentale.

1.
individua il tuo soggetto

Quando inquadri sia con con il mirino che con il display, mantieni la messa a fuoco. Interrogati su cosa stai cercando, non ti distrarre altrimenti anche il tuo pubblico potrebbe distrarsi.

2.
metti in evidenzia il tuo soggetto

Tu che inquadri sai quale è il tuo soggetto, ma chi vedrà le tue fotografie avrà la stessa sensazione? Puoi usare molti strumenti per evidenziare il soggetto: innanzitutto una corretta composizione, una buona luce , le linee corrette ecc.

3.
inquadra bene il tuo soggetto

Hai deciso di mettere il soggetto al centro? A volte funziona.
Applica la regola dei terzi, la composizione funziona meglio con il soggetto su una di quelle linee o all’incrocio. Prova a mettere il soggetto in un angolo o di lato, in alto o in basso. La linea dell’orizzonte in alto o in basso.

4.
sei abbastanza vicino al soggetto da enfatizzarlo?

Se rimane troppo lontano, potrebbe perdersi con lo sfondo. Ricorda le parole del leggendario fotoreporter e co-fondatore dell’agenzia Magnum Robert Capa: “Se le tue foto non sono abbastanza buone, non sei abbastanza vicino”.

5.
sei abbastanza lontano dal tuo soggetto per consentire allo spettatore di avere un senso del tempo e del luogo dove hai realizzato la fotografia?

Al contrario dell’affermazione precedente il soggetto potrebbe occupare così tanto del fotogramma da perdere il contesto e il luogo della foto. Se stai cercando di catturare un ricordo di un’esperienza condivisa scattando una foto del tuo amico o della persona amata di fronte a un luogo famoso o a una vista pittoresca, assicurati di includere parte di quel luogo nella cornice. Naturalmente, ci sono momenti in cui vuoi che il soggetto riempia l’inquadratura da solo.

6.
c’è qualcosa davanti o dietro al soggetto che distrae l’osservatore?

A volte gli oggetti in primo piano possono essere una distrazione, ma spesso è qualcosa dietro il soggetto – le antenne, pali, linee o altro – che rovinano una buona foto. Possono strappare una bella risata semmai. Prova a isolare il soggetto dallo sfondo, riposizionando il soggetto. Cambia punto di vista o avvicinati per ridurre la profondità di campo.

7.
c’è qualcos’altro nell’inquadratura che distoglie l’attenzione dal soggetto?

Le cose brillanti, come una Ferrari gialla brillante, una luce al neon super brillante sullo sfondo, possono facilmente vivere all’interno dell’inquadratura della tua fotografia ma possono distogliere l’attenzione dal vero soggetto. Se il soggetto è l’elemento più luminoso e più bello dell’inquadratura, questo semplifica il tuo lavoro. Se possibile, preparati a riposizionare, ingrandire o, prendendo in prestito dal maestro della fotografia Henri Cartier Bresson, attendi il “momento decisivo” per isolare il soggetto.

8.
c’è qualcosa al di fuori della cornice che vorresti incorporare per migliorare l’immagine?

A volte vale la pena guardare oltre ciò che si vede nel mirino o sullo schermo. Ci sono elementi appena al di fuori della tua composizione iniziale che potrebbero aiutare l’immagine. Tieni l’occhio sinistro aperto e vigile per guardarti intorno. A quel punto ricomponi.

9.
da dove viene la luce?

Se sei in esterno durante il giorno, sei dipendente dall’inclinazione e dalla rotazione della Terra rispetto al sole. Tuttavia, più basso è il sole, più direzionale diventa la luce. Luce direzionale significa ombra. Cerca la luce, ma cerca anche l’ombra. La luce può essere reindirizzata, riflessa o creata. E, a volte, puoi riposizionarti rispetto alla luce per sfruttare al meglio i suoi effetti.

10.
come si muove l’occhio nella scena?

Inizialmente, l’occhio potrebbe percepire una fotografia nel suo insieme, ma, dopo una frazione di secondo, la sua messa a fuoco si restringe per iniziare un viaggio attraverso l’immagine, spostandosi da una parte all’altra dell’inquadratura, a meno che qualcosa non attiri la sua attenzione. Dal punto di vista compositivo, a volte puoi rendere questo viaggio facile per l’occhio o forzarlo in uno schema diverso. Come si muove il tuo occhio quando guardi attraverso il mirino? Scriviamo in occidente da sinistra verso destra e dall’alto verso il basso. 

11.
ti trovi nel posto migliore per scattare?

Se sei fortunato sì, ma non fidarti sempre del caso. Cambiamenti importanti del punto di vista possono essere ottenuti semplicemente facendo qualche passo in un’altra direzione. Non aver paura di muoverti, soprattutto se vedi qualcosa che vuoi catturare, inoltre, che aspetto ha la vista dietro di te? Fai un giro di 180 gradi e dai un’occhiata.

12.
devi stare in piedi e scattare dal livello degli occhi, o c’è un punto di vista migliore?

Dopo esserti spostato di qualche metro alla tua sinistra, potresti trovare un punto di vista ancora migliore inginocchiandoti, stando su una sedia, tenendo la fotocamera sopra di te o tenendola sotto la vita. La stragrande maggioranza delle immagini sono prese dal livello degli occhi. La semplice modifica dell’altezza potrebbe rendere le tue foto diverse dal resto.

13.
è il momento migliore della giornata per fare questa fotografia?

La luce cambia continuamente durante il giorno e le luci artificiali si accendono e si spengono. Quella che potrebbe essere una vista poco emozionante in un momento della giornata, potrebbe avere una personalità completamente diversa poche ore prima del tramonto o di notte. Le ombre che distraggono possono essere quasi inesistenti a mezzogiorno. Se hai tempo, usale per migliorare la fotografia. Alla luce del tramonto, un po’ di pazienza può fare molto per ottenere uno scatto magico mentre gli altri sono andati via.

A parte l’ora del giorno o della notte, chiediti se c’è un vantaggio nel ritardare la tua fotografia. Se i soggetti sono in movimento, prova a prevedere i loro movimenti nell’inquadratura e aspetta finché non arrivano, si spera, dove vuoi che vadano. Il semaforo sta per cambiare colore? Quella macchina sparirà tra 30 secondi? Quel pedone si fermerà a leggere il cartello in quel portone? Si spera che il momento giusto non sia stato 10 secondi prima che tu decidessi di scattare la foto. Nell’era del digitale in cui le immagini sono praticamente gratuite, potrebbe essere sicuro scattare subito e poi aspettare di vedere cosa si sviluppa. A volte trovo che la composizione iniziale sia la più forte e che nulla si sviluppi ulteriormente. Se il primo colpo ha funzionato meglio, sorridi e continua la tua giornata.

14.
è questo il tempo migliore per fare questa fotografia in questo luogo particolare?

Ancora una volta, è bello concedersi il lusso del tempo. Speravi nel sole o nelle nuvole gonfie? Perché è nuvoloso? Fai un respiro profondo, scatta un’istantanea e poi controlla le previsioni del tempo locali. In 30 minuti o pochi giorni, tutto potrebbe cambiare. A seconda dell’argomento, potresti avere tutto il tempo del mondo per aspettare il momento perfetto.

15.
le mie linee sono dritte o intenzionalmente angolate?

L’oceano è sempre livellato, a meno che tu non sia in un avvallamento a guardare la cresta di un’onda. Ma, anche allora, il livello è il livello. A parte le torri pendenti a Pisa e l’architettura esplorativa, la maggior parte delle strutture sono costruite in linea. Dal punto di vista compositivo, potresti decidere di inclinare l’orizzonte. Non è un problema finché lo fai con uno preciso scopo . Un orizzonte leggermente inclinato di solito evidenzia disattenzione ai dettagli, piuttosto che la prospettiva creativa. Nessuno inclina intenzionalmente il proprio orizzonte di 1 o 2 gradi. Se le tue linee non sono dritte, è meglio avere un motivo per cui sono storte.

16.
l’obiettivo della fotocamera distorce le linee o la prospettiva in un modo che non voglio ?

Parlando di linee, l’obiettivo distorce le linee verticali degli edifici quando è inclinato rispetto all’orizzonte. Questa è una regola della fisica. Gli obiettivi di controllo della prospettiva specializzati (PC) possono rimuovere questa distorsione e questa può anche essere rimossa digitalmente. Senza quell’inganno, sii consapevole di effetti come la distorsione trapezoidale e altre distorsioni geometriche. Abbracciali, evitali o accettali. A volte scoprirai che mantenere il livello della fotocamera rimuove alcune distorsioni e fornisce una composizione accettabile.

17.
le impostazioni della mia fotocamera sono corrette per questa immagine?

Potresti pensare che questo sarebbe dovuto essere il primo o il secondo pensiero della lista, ma non esiste una vera gerarchia per queste domande. Queste domande sono, a seconda della fotografia, di uguale importanza. Le impostazioni della fotocamera possono migliorare o peggiorare una foto. La buona notizia è che, a differenza del sacco della spazzatura sul marciapiede o dell’auto che non vorresti parcheggiata lì, le impostazioni della fotocamera sono saldamente sotto il tuo controllo. Se l’immagine che cerchi di catturare è una sorta di carpe diem , scatta prima possibile. Se hai un momento, tuttavia, controlla e ricontrolla il diaframma, la velocità dell’otturatore, l’ISO, il bilanciamento del bianco, la misurazione esposimetrica, la modalità di messa a fuoco automatica, la modalità di scatto e altro.

18.
la fotocamera è in grado di catturare la gamma dinamica della scena?

I sensori digitali e la pellicola possono vedere solo fino a un certo punto nell’oscurità e nella luce. L’occhio umano è molto più bravo in questo. Con l’esperienza imparerai a conoscere i limiti della tua fotocamera o della pellicola, quando si tratta di catturare la diffusione della luce e dell’oscurità in una scena. Alcuni fotografi cercano di eliminare questi chiaro/scuri con la manipolazione dell’alta gamma dinamica (HDR). A molti fotografi questa soluzione non piace. 

19.
la mia fotocamera dovrebbe essere stabilizzata?

Non tutti portiamo il treppiede nelle nostre “passeggiate”, ma quando la luce è scarsa o il diaframma è chiuso, l’aggiunta di stabilità della fotocamera potrebbe aiutare a rendere la fotografia più nitida evitandi soprattutto il micromosso. Se possiede un treppiede usalo. Se hai bisogno di un treppiede e non lo possiedi , usa una tecnica adeguata, guarda dove puoi appoggiare la fotocamera o cerca qualcosa a cui appoggiarti nel tentativo di stabilizzare te stesso e le tue mani.

Approfondimento


Ora, approfondiamo questa conversazione. Ci sono molte grandi fotografie e molti grandi fotografi, ma spesso le immagini più iconiche scattate dai più grandi fotografi trascendono la stampa o lo schermo del computer. Le fotografie hanno un significato e provocano una risposta emotiva nello spettatore. Ci sarà sempre un tempo e un luogo per l’istantanea e il ritratto di famiglia, ma se vuoi che le tue fotografie siano più profonde, potresti voler iniziare a scavare più a fondo.

1.
qual è il mio concetto, la mia idea?

Non tutte le immagini hanno bisogno di una base concettuale che le sostenga, ma avere un’ idea iniziale per la tua immagine darà alle tue fotografie un significato più profondo per te e, si spera, per il tuo pubblico, anche. “Questa è una grande fotografia. Cosa significa?” Se riesci a rispondere a questa domanda entrerai nel nuovo e coraggioso mondo dell’Artista.

2.
cosa sto cercando di dire?

Sulla falsariga del concetto, se hai una missione per le tue fotografie, un messaggio per il mondo, chiediti se l’immagine che stai per catturare vale davvero 1.000 parole o se esprime solo in qualche modo ciò che stai cercando di dire.

3.
se questa fotografia fa parte di una serie, si adatta allo stile e alle emozioni del resto della serie?

A volte una singola immagine non può raccontare completamente una storia. Hai bisogno di più fotografie, mostrate insieme, per dare un senso o dare un contesto alle singole immagini. Se stai creando una serie di immagini, chiediti sempre se la tua nuova immagine completa le altre, porta la serie in una nuova direzione o è semplicemente una foto che ti piace e che è meglio lasciare fuori dal gruppo.

4.
per chi è la fotografia?

Se la foto è solo per te, allora, con tutti i mezzi, crea la fotografia che vuoi goderti. Come dico sempre le fotografie debbono piacere a noi stessi e suscitare in noi emozioni. Ci sono modi infallibili per ottenere un sacco di “Mi piace” sui social media con una fotografia anche pagando! preferisci una fotografia che piace a te o agli altri? Questa è una domanda difficile a cui rispondere. Se stai fotografando per un cliente o per un pubblico particolare è importante cercare di metterti nei suoi panni quando crei l’immagine.

5.
se l’obiettivo dell’immagine è fare una dichiarazione, questa immagine colpirà nel segno?

Potrebbe essere facile per te creare un’immagine e dire a te stesso: “Questa fotografia rappresenta esattamente quello che volevo dire”. Quindi, fai un passo indietro dall’immagine e prova a immaginare le risposte degli altri spettatori. Il messaggio è ovvio o è sottile? Se sottile, è raggiungibile attraverso un pensiero logico? Una fotografia di una mela potrebbe significare “Pace nel mondo” per te, ma per la maggior parte di noi è solo la fotografia di una mela.

6.
questa immagine potrebbe generare pareri negativi e critiche o pareri positivi? 

ci sono momenti in cui l’arte crea pareri negativi da parte dello spettatore. Se questo è il tuo obiettivo, allora perseguilo con ogni mezzo. Stai creando un’immagine per attirare l’attenzione su qualcosa di negativo o stai creando un’immagine di qualcosa di negativo per il tuo piacere perverso? Siete pronti per il possibile incendio in arrivo? Se non intendi turbare il tuo pubblico, fai attenzione a non farlo. Ci sono momenti in cui potrebbe essere meglio non fare (o mostrare) una fotografia proprio per questo motivo.

7.
questa fotografia catturerà la sensazione del momento?

A volte non funziona catturare un momento triste in una giornata di sole o un momento felice sotto la pioggia battente. Non hai sempre il controllo sull’ambiente, ma a volte puoi personalizzare il tuo scatto per adattarlo meglio all’atmosfera che stai cercando di trasmettere usando il colore, la luce, la prospettiva e la composizione. Se la tua immagine o le tue immagini raccontano una storia, l’umore è fondamentale per l’efficacia complessiva del racconto, quindi sii consapevole di ciò che ti circonda e cerca di assicurarti che siano complementari, non sminuiscano l’umore che stai cercando di trasmettere.

8.
questa fotografia è già stata scattata?

La ritrattistica è sempre unica, ma a volte fotografiamo luoghi per dimostrare che eravamo lì o cose che abbiamo visto perché ci piaceva come apparivano ai nostri occhi. Certamente non c’è niente di sbagliato in questo, ma se stiamo ricostruendo il lavoro di un altro artista, lo stiamo migliorando? Stiamo vedendo qualcosa di diverso da quelli che sono venuti prima di noi? Stiamo aggiungendo qualcosa di nuovo alla discussione o all’argomento? Forse questo è il momento di spingere la nostra visione creativa e catturare qualcosa in un modo più personalizzato. Cerca di catturare qualcosa di unicamente tuo.

9.
stai forzando la fotografia?

Quasi tutto può essere fotografato, ma non tutto può essere fotografato bene. Ci sono momenti in cui vuoi davvero fotografare un soggetto, ma non ci riesci benchè ti impegni. aspetti molto tempo . Fai un passo indietro, fai un respiro, riguarda bene e ricomincia da capo. 

10.
capita alcune volte che è meglio osservare quello che sta avvenendo o una scena davanti ai  miei occhi  e non preoccuparmi di fare una fotografia?

Non è facile rispondere per un fotografo. Ai fotografi piace fotografare molte cose, ma la fotocamera può, a volte, intralciare l’esperienza di un momento e può impedirti di catturare il ricordo della scena. Sii consapevole dell’equilibrio tra fare foto e semplicemente assorbire il momento, quindi metti via la fotocamera mentre sei nella scena. David Lynch nel suo locale di Parigi dove ha ricostruito la location del suo famoso film “Mulholland Drive” impedisce l’ingresso con gli smartphone per godere appieno del bel posto e non essere distratto dall’atto di fotografare.

Manca il momento per fotografare o ti manca un pò di entusiasmo?

Può succedere naturalmente. Ci sono situazioni in cui il tempo è essenziale. La luce non è sempre perfetta. Il momento decisivo a volte è perso. Ma va bene lo stesso. Scatta un altro giorno alla ricerca della prossima grande fotografia!

L’ultima e forse la più importante domanda da porsi è:

Perché sto facendo questa foto?

Cos’altro ti chiedi prima di fare clic sull’otturatore? Fatecelo sapere!!!!  inviatemi una mail a [email protected]

Prodotti nell'articolo
Categorie: ,
SKU: N/A

50,00 500,00 

Gratis con una spesa minima di 250€ – escluse isole

Garanzie ufficiali Italia

La maggior parte dei nostri articoli sono protetti da garanzia nazione

Finanziamenti

Puoi acquistare i nostri articoli a rate a partire da importi da 200€

70 anni di esperienza

Da più di mezzo secolo un punto di riferimento per la fotografia

Assistenza clienti

Siamo a tua disposizione +39 06.3207278

Punto vendita

Vienici a trovare in negozio, siamo aperti 6 giorni su 7